Come lavare i pennelli da trucco

I miei pennelli da trucco - Must haveOggi giornata decisamente make up! Dovevo assolutamente lavare i miei pennelli da trucco. Non sono tanti. Ho, credo, l’essenziale, anche perché non sono una beauty blogger e, quindi, non sono alla ricerca continua di nuovi aggeggi da testare. Il giusto per truccarmi. Ma ne ho fatta di fatica per imparare a utilizzare i pennelli adatti a ciascuna tipologia di prodotto. Fino a pochi mesi fa i miei unici strumenti erano le mie ditine! I tutorial di Clio e i programmi di Real Time mi hanno incuriosita a provare e a tornare a giocare come quando da piccola mi divertivo come “Alice nel paese delle meraviglie” davanti alla toletta di mamma nella sua camera da letto.

La pulizia dei pennelli

Le uniche marche di pennelli che finora ho utilizzato sono Ebelin e Neve Cosmetics. Ho visto tanti tutorial su youtube per la loro pulizia, ma alla fine si tratta di una pratica estremamente semplice. Non faccio altro che bagnare, sotto un flusso di acqua tiepida, la testa del pennello, prima di insaponare lo stesso con un sapone delicato e antibatterico. Dopo aver massaggiato le setole, per rimuovere ogni residuo di trucco, risciacquo con acqua abbondante. Nel lavare i pennelli, sto attenta a che l’acqua non si infiltri tra il manico di legno e l’impugnatura metallica. Quindi posizionate il pennello a testa in giù. Avvolgo i pennelli in un asciugamano di spugna, per togliere grossolanamente la prima acqua. Dopo averli strizzati, li lascio poi asciugare all’aria naturalmente. Idealmente, dovrebbero stare ad asciugarsi a testa in giù. Io li metto ad asciugare orizzontalmente su un panno di spugna. Dopo 24 ore, di solito, ho i miei pennelli pronti per l’uso. Questa procedura andrebbe ripetuta di frequente. Io, ahimè, me ne dimentico sempre! Ma quando i pennelli sono puliti ne guadagna anche la resa del trucco.

Il re-shaping: quando il pennello ha un diavolo per capello

Se i pennelli sono di buona qualità, non perderanno un pelo né la propria forma nemmeno dopo più lavaggi, soprattutto se, dopo averli lavati, utilizzate i Brush Guard, protezioni in plastica traforata, che servono a mantenere compatte le setole. In realtà, si possono utilizzare non solo dopo il lavaggio ma anche come copertura dei pennelli, quando li portiamo con noi in borsa. In ogni caso, ci sono dei trucchi per fare in modo che i pennelli riprendano la forma originale. Bisogna inumidire le setole dei pennelli. Dopo aver eliminato l’acqua in eccesso, basterà strofinare il pennello su una saponetta. Ricoperte le setole di sapone, non si deve fare altro che rimodellarle, ricompattandole con le dita e lasciarle asciugare per qualche giorno. Sciacquare bene i pennelli e quindi lasciarli asciugare naturalmente. Questa pratica si chiama re-shaping, rimodellamento. Devo dire che nel lavare i pennelli Ebelin e quelli Neve Cosmetics, ho notato una grande differenza. I primi non sono rimasti intattissimi. I secondi sembravano appena usciti dal pacco della consegna. Io li adoro. Sono morbidissimi, le setole sono in fibra sintetica, sono 100% cruelty free. Ciò significa che nessun animale è stato utilizzato per la produzione di questi pennelli foltissimi. La prima volta che li ho utilizzati, ne sono rimasta folgorata. L’unica cosa che cambierei è che non esiste una linea di pennelli da borsetta, richiudibili a scomparsa all’interno di uno stick. Sarebbe pratico e igienico. In effetti l’unico involucro è lo scatolino o la bustina di plastica, a seconda, nel quale ciascun pennello viene consegnato.

Quali pennelli comprare? I miei must have del momento

Io ho un kabuki Neve Cosmetics che mi ritrovo dalla mia felice scoperta del “fondotinta minerale”. Ma questo tipo di pennello lo si può usare anche per stendere fondotinta liquido, cipria, bronzer e blush. Io evito, però, di usare il kabuki per stendere i classici prodotti liquidi o in crema, infatti, lo uso solo per applicare pigmenti e polveri libere. Ha un manico cortissimo. Per utilizzarlo, bisogna intingere il pennello nella polvere che viene poi applicata sul viso attraverso movimenti rotatori.
Pennello kabuki

Per il fondotinta liquido uso di solito un Concealer brush della Ebelin, un tipo di pennello che ha setole arrotondate e compatte e che viene spesso usato per applicare con precisione i correttori fluidi. Io ne ho tre di diverse dimensioni. Il piccolo lo utilizzo, quando applico il correttore. Quelli medio e grande per applicare il fondotinta liquido o in crema a seconda se voglio farlo con una maggiore o minore precisione.
Concealer
Ho un pennello per il Blush Neve Cosmetics dalla forma bombata e di media dimensione. E’ il pennello per stendere il fard sulle guance. Il Bronzer Brush si usa invece per applicare la terra. Lo si riconosce subito, perché ha una forma obliqua, proprio perché viene utilizzato per scolpire il viso, creando giochi di luci e ombre nella zona che si estende da sotto gli zigomi e sulla mascella. Quello che ho io, è della Ebelin ed è quello che temo dovrò cambiare presto, perché lo shampoo gli ha fatto male! Gli è venuto un diavolo per capello.
Pennelli per applicare Fard e Terra
Per gli occhi ho tre pennelli, tutti Neve Cosmetics. Un pennello liner dalla punta sottile e obliqua. Lo uso per definire l’occhio, creando delle belle linee dritte in maniera facile. Si usa per applicare l’eyeliner liquido o i pigmenti o anche per allungare la coda alle linee create con la matita classica. A volte lo uso anche per infoltire il colore delle sopracciglia. La sua forma precisa e obliqua si presta perfettamente allo scopo. E’ comodissimo ed è veramente un valido strumento per chi non ha dimestichezza con i pennini troppo sottili dell’eyeliner. Ho inoltre due pennelli Eyebuki, che hanno però forme e scopi di utilizzo diversi. Uno ha la forma arrotondata “a matita” per applicazioni precise del trucco, anche nella piega dell’occhio e sfumare kajal, matite e eyliner. Il secondo, invece, meno lungo e più compatto, viene utilizzato per stendere e sfumare prodotti in crema o in polvere.

Pennelli Eyebuki e Liner
Oltre ai pennelli uso spesso, soprattutto quando metto il fondotinta in crema, la classica spugnetta. Con quelle della Ebelin mi trovo molto bene.

I prossimi pennelli che proverò saranno quelli MAC, anche se sono molto cari. In realtà, trovo che quelli Neve Cosmetics abbiamo un buon rapporto qualità prezzo. Mi trovo molto bene e sono morbidosissimi. Li consiglio a tutte.
E voi quali pennelli usate? Quali sono i vostri must have? Oppure siete anche voi fatine dalle dita magiche? Come lavate i pennelli?Similar Posts: