Profumi e Ricordi

Profumo di Gardenia - Ricordo di un "Si"Quanto ricordo porta in sé un profumo, l’odore della pelle di qualcuno o delle cose che ha indossato o posseduto? Gli odori sono capaci di annidarsi nella nostra memoria e di evocare, anche a distanza di anni, eventi, persone, emozioni vissute e quasi dimenticate. Oggi navigavo in Internet per alcune ricerche e ho trovato da qualche parte questo bellissimo pezzo tratto da “Alla ricerca del tempo perduto” di Marcel Proust. La nostra memoria vive negli odori e nei sapori. Poche righe quanto basta per rendere bene l’idea. Una conferma del loro potere evocativo.

“Quando di un antico passato non sussiste niente,
dopo la morte degli esseri, dopo la distruzione delle
cose, soli, più fragili ma più intensi, più immateriali,
più persistenti, più fedeli, l’odore e il sapore,
restano ancora a lungo, come anime, a ricordare,
ad attendere, a sperare, sulla rovina di tutto il resto,
a reggere, senza piegarsi, sulla loro gocciolina quasi
impalpabile, l’immenso edificio del ricordo.”

La mia “Sindrome di Proust”

Nell’odore del bucato che sa di pulito ritrovo mia nonna che mi chiedeva, quando ero bambina, di darle una mano a stendere i panni nel giardino della nostra casa al mare, in quello del caffè di primo mattino mio padre e le sue levatacce per andare a lavoro, negli agrumi la mia terra; la signora che veniva a farmi le punture da piccola odorava di incenso (che incubo)…il guinzaglio del mio cane sa ancora dei suoi peli…..no vero! Mi fa sorridere il fatto, a conferma di quanto scritto, che a volte basta annusare un oggetto per sentirci vicine alle persone amate lontane o che non sono più nella nostra vita. Gli odori si fissano nella nostra memoria, perché dalle cavità nasali passerebbero direttamente al cervello grazie alle proiezioni delle cellule chemiocettrici in esse presenti. Ciò vuol dire che col nostro odore possiamo lasciare ricordi belli o brutti a seconda. Quanto è importante quindi l’odore nella comunicazione non verbale, soprattutto negli incontri speciali? E il profumo che scegliamo? Recente anche la nuova applicazione Roger&Gallet per iPhone e iPad per scoprire la fragranza che meglio di altre si adatta alla nostra personalità e al ricordo che vogliamo lasciare di noi nelle persone che incontriamo. Qual’e il vostro profumo? Quali sono gli odori che vi riportano indietro nel tempo?

La Gardenia di Gucci Flora

Uno dei profumi che preferisco è quello della gardenia bianca. L’ho scoperto quando mi sono sposata. Ricordo che sceglievo i fiori per il mio bouquet. Volevo solo fiori bianchi, freschi. Il mio fioraio mi consigliò i fiori di gardenia, simbolo di eleganza, purezza e sincerità. Hanno delle foglie verdissime e lucidissime e dei petali robustissimi, eppure, quelli di gardenia, sono fiori molto delicati, la cui fioritura dura appena tre giorni. Per questo sono anche il simbolo della bellezza che sfugge. Nel mio bouquet erano bellissime, insieme ai piccoli fiori di stephanotis, fiori a forma di stella simbolo di felicità coniugale. Ricordo ancora il momento in cui mi portarono il bouquet il giorno del mio matrimonio. Ricordo ancora l’odore che venne fuori dalla confezione in cui il bouquet era riposto. Uno dei giorni più belli della mia vita e quel momento è legato indissolubilmente alla gardenia. Da allora, romanticamente, ogni giorno cerco di rivivere “quel giorno” con un profumo a base di note di gardenia. Ecco il perché della scelta del mio profumo. Uno dei miei preferiti è Gucci Flora Gorgeous Gardenia. Le sue note di testa, quelle fresche e leggere che vanno subito via, sono fatte di agrumi e peonia. Tra le note di cuore, quelle più potenti e che durano un paio di ore, invece, le foglie di gardenia. Tra le note di testa, che evaporano lentamente, il sandalo e il Patchouli. Un profumo femminile e molto delicato. Ho scoperto da poco che anche la bellissima Kate Middleton nel giorno del suo Royal Wedding indossava un profumo alle note di gardenia, il White Gardenia Petals di Illuminum…. Devo assolutamente averlo!!!! Motivo in più per ritornare a Londra, dato che il profumo del marchio britannico, fondato da Michael Boadi, è commercializzato solo da Harrods oltre che sul sito http://www.illuminumfragrance.com. Note di testa di giglio mentre quelle di cuore sono caratterizzate da gardenia, mughetto e gelsomino accompagnate da note ambrate.
Il profumo è un qualcosa che va scelto con calma e va provato sulla propria pelle per capire come la nostra epidermide reagisce alla fragranza scelta.

Voi che profumo siete?

Foto di MaZoa ArtSimilar Posts: