In CuCiNa

Le mie giornate preferite sono quelle che terminano davanti ai fornelli, quelle in cui arrivi a casa e ti liberi di borsa e soprabito per scappare in cucina, dopo aver messo su un po’ di musica e riempito il bicchiere del tuo vino preferito (un dito altrimenti ci si ubriaca!).
Quelle che apri il frigo e tiri fuori gli odori delle erbe, i colori delle verdure, la bellezza e la semplicità di ingredienti freschi, quelle che sporchi tutto e ti rilassi, scaricando pressioni e cancellando ogni cattivo pensiero, quelle che ti senti felice, perché stai creando qualcosa, perché sai che poi arriverà sempre lui che, affacciandosi alla porta della cucina con il suo sorriso compiaciuto e coccolone, mi dirà “Che profumino! Che c’è di buono stasera?”. E allora gli sorrido anche io e gli do un bacio. Io cucino per questa gratificazione perenne che vale ogni tentativo, il tempo, l’impegno e tutti i 100 mila aggeggi che sporco e che poi mi tocca lavare.
Cucinare è senza dubbio un atto d’amore, un modo di prendersi cura di chi si siede alla tua tavola. Come l’amare, “o ci si abbandona completamente o si rinuncia” (H. Van Horne). “Cucinare è un modo di dare” (M. Bourdin), ma anche di prendere. Cucinando, si rielaborano non solo sapori e tradizioni culinarie, ma si impastano e si mescolano le nuove idee insieme con gli ingredienti, le reazioni, i commenti, i sorrisi, i complimenti e le critiche dei nostri commensali. Cucinare è come reinventarsi, ripensarsi, mettersi sempre in discussione, alla prova, un continuo tentare e migliorarsi. Un po’ la metafora della vita.

“La cucina è un posto straordinario, non un posto come un altro della casa” (A. Borgehese). Un posto dove ogni cosa si incontra con un effetto esclusivamente costruttivo e positivo. Mi piace cucinare perché, come dice Sofia Loren in “In Cucina con amore”, “Una donna che sa fare la pasta a regola d’arte, ha un prestigio che resiste anche oggi a qualsiasi altro richiamo dei tempi”. “I baci non durano; saper cucinare sì” (G. Meredith).

Cucino non solo per passione. Mi piace smanettare ai fornelli, perché so apprezzare i piaceri della vita. Sono una buongustaia e una buona forchetta. Pastaiola doc. Cucinare, sedersi a tavola, condividere un momento di relax con le persone che si amano è per me il più bello dei rituali.


Leggi di più…Chiudi…

Zuppa indiana di lenticchie rosse con Tandoori e yogurt al coriandolo
apr14

Zuppa indiana di lenticchie rosse con Tandoori e yogurt al coriandolo

Non so voi, ma io le lenticchie le adoro! La classica e semplicissima pasta e lenticchie napoletana resta il mio piatto preferito. Di zuppe rustiche legumi e cereali non mi sazierei mai! In gravidanza soprattutto non dovrebbero mai mancare nel menù settimanale, perché l’accoppiata fa benissimo alla mamma e ancor di più alla nuova vita che ci portiamo dentro. Per non sentirmi dire dal SuperMarito “ancora la solita minestra!”, vado...

Continua a leggere
Massaman Curry con patate dolci, peperoni e arachidi
apr16

Massaman Curry con patate dolci, peperoni e arachidi

Chi mi segue sa che prima ancora del sushi, una delle cucine che più apprezzo, dopo quella mediterranea, ovviamente, è quella thailandese. Allora, perché non provare a cucinare qualche piatto tipico? Il Massaman Curry è il piatto del mio debutto. Colorato, allegro, squisitissimo e vegetariano! Ingredienti Gli ingredienti per il Massaman Curry per due persone sono: – 150 gr. di riso Basmati – 400 ml di latte di cocco...

Continua a leggere
Involtini di pollo con feta e speck
gen07

Involtini di pollo con feta e speck

Oggi vi posto una ricetta buona buona buona: involtini di pollo con feta e speck. Uno sfizioso secondo con un cuore di incredibile sapore. La preparazione degli involtini non è semplicissima, perché le fettine di pollo, a differenza di quelle di manzo utilizzate ad esempio per le “braciole napoletane”, sono più irregolari, per cui farcirle e avvolgerle può risultare un’impresa, ma, tranquilli, in nostro aiuto corrono le fettine di...

Continua a leggere
Risotto con Taleggio DOP e melograno
gen04

Risotto con Taleggio DOP e melograno

Chi mi segue sa quanto mi piacciono i risotti e quanto sia golosa di formaggi. Il primo piatto che ho preparato oggi combina alla perfezione queste mie preferenze culinarie: risotto con Taleggio DOP e melograno. L’idea mi è venuta ieri, passeggiando tra gli stand del wochenmarkt (qui la lista dei mercatini per quartiere), il mercatino settimanale del mio quartiere. Mi sono fermata ad un banco ricco di formaggi provenienti dai più...

Continua a leggere
La genovese – la regina della cucina napoletana
ott12

La genovese – la regina della cucina napoletana

Oggi vi spiego come si prepara una gustosissima ricetta della migliore tradizione culinaria napoletana, nonché la regina della Domenica (facendo a turno, poretta, col mitico Ragù che non si tocca!): la genovese. Io la adoro e mio marito pure. La genovese è un piatto che va affrontato con una certa predisposizione fisico-mentale, essendo la cipolla il suo ingrediente principale. Non ama i deboli di stomaco, né quelli che “mangio giusto...

Continua a leggere
Pasta alla siciliana light
giu19

Pasta alla siciliana light

Uno dei primi che preferisco è la pasta alla siciliana, un piatto che mamma prepara spesso d’estate. L’odore della melanzana che frigge, mi riporta alla mente dolci ricordi adolescenziali. La pasta alla siciliana si compone di tre ingredienti fondamentali: melanzane fritte a cubetti, pomodorini freschi e provola. Qualche giorno fa, ho voluto rivisitare questa ricetta in chiave light. Ne è venuta fuori una simpatica pasta all’insalata,...

Continua a leggere
Pagina 1 di 3123