Risotto con Taleggio DOP e melograno

Chi mi segue sa quanto mi piacciono i risotti e quanto sia golosa di formaggi. Il primo piatto che ho preparato oggi combina alla perfezione queste mie preferenze culinarie: risotto con Taleggio DOP e melograno. L’idea mi è venuta ieri, passeggiando tra gli stand del wochenmarkt (qui la lista dei mercatini per quartiere), il mercatino settimanale del mio quartiere. Mi sono fermata ad un banco ricco di formaggi provenienti dai più diversi paesi, cercando di capire, quali fossero quelli italiani. Tra quelle meraviglie profumate, ho intravisto con grande stupore e piacere alcune delle più apprezzate delizie nostrane: la caciotta, il pecorino romano, il taleggio Cademartori. Mi è spuntato un mega sorriso sul viso al pensiero di potermeli portare tutti a casa. Neanche il tempo di chiedermi cosa ci facessero quelle prelibatezze nel bancone di quella donna che a malapena sapeva pronunciarle correttamente, che ne ho fatto una mega scorta, obbligatoria data la rarità del prodotto e la probabile irripetibilità dell’evento in quel di crucchilandia. Mentre nascondevo la mia spesa a mò di tesoro furtivo, come uno scoiattolo con la sua ghianda, ho trovato poche bancarelle più avanti dei melograni grandi e maturi. Ho pensato che il sapore agrodolce del “Granatapfel”, come viene chiamato qui questo frutto, si sarebbe amalgamato alla grande con la mantecatura dolce e aromatica tipica del taleggio.

Ingredienti per il risotto taleggio e melograno

Per 300 gr. di riso arborio, che io ho comprato da Rewe dove trovate quello “Scotti”, avete bisogno di:
150 g di Taleggio
1 melograno maturo
1 noce di burro
1 litro di brodo vegetale
1 cipolla piccola
Mezzo bicchiere di vino bianco
80 g di parmigiano
3 cucchiai di olio
Prezzemolo

Procedimento

La preparazione di questo facile e gustoso risotto dura circa 30 minuti. Portate a ebollizione un litro d’acqua in un pentolino, dove scioglierete 1 o 2 dadi vegetali. Dopo aver messo da parte qualche chicco per la guarnizione del piatto, premete il melograno e raccoglietene il succo in un bicchiere. Lasciate quindi appassire una cipolla tritata finemente in una noce di burro e un cucchiaio di olio a fuoco medio. Aggiungete il riso, che lascerete tostare per qualche minuto, prima di sfumarlo col vino a fuoco vivace. Evaporato il vino, fate cuocere il riso, innaffiandolo regolarmente con un mestolo di brodo e mescolando continuamente. A metà cottura aggiungerete il succo di melograno. Continuate ad aggiungere brodo e a mescolare per evitare che il riso si attacchi al fondo della pentola. A cinque minuti dalla fine della cottura, aggiungere il Taleggio a cubetti e il parmigiano. Presentiamo il piatto con una spolverata di prezzemolo e aggiunta di chicchi interi di melograno.
Risotto col sapore agrodolce del melograno e mantecatura del Taleggio

Per un boccone consapevole – curiosità sul taleggio……

100 grammi di Taleggio contengono 19 grammi di proteine, 0,9 di carboidrati e 26,2 di grassi. E’ ricco di sali minerali come sodio (873 mg), potassio (89 mg), ferro (0,1 mg), calcio (433 mg), fosforo (328 mg). Il rapporto di 1,32 tra calcio e fosforo è quello ottimale per l’assorbimento del primo nell’intestino e la fissazione nelle ossa.
Il Taleggio è un formaggio lombardo dop
Tra i suoi valori nutrizionali la vitamina A (482 mcg), la vitamina E (0,62 mg), B2 (0,22 mg). Il marchio di origine protetta del Taleggio garantisce che la produzione e stagionatura di questo formaggio avvengano in conformità agli standard fissati dal Regolamento CE 1107/96, e che il latte utilizzato derivi esclusivamente da mucche allevate in determinate province della Lombardia, del Veneto e del Piemonte, al fine di salvaguardare il sapore, l’autenticità e la tradizione di un prodotto fortemente radicato nel suo territorio. Infatti, anche il procedimento produttivo può svolgersi solo in quelle province.

….e il melograno

Come già affermava Ippocrate nell’antica Grecia, il melograno è una medicina naturale. Grazie ai sali minerali come il potassio, ha prima di tutto effetti drenanti e diuretici, allontanando le tossine dal nostro organismo. L’acido ellenagico che contiene, svolge azione antitumorale. Questo frutto ha, inoltre, proprietà antiossidanti, merito dei polifenoli, astringenti, merito dei tannini, e antinfiammatorie. E’ ipocalorico (60 kcal per 100 grammi di prodotto) ed è ricco di vitamine, proteine e fibre.Il melograno è un frutto dalle infinite proprietà beneficheSimilar Posts: