Tasche ripiene di mele

Tasche di mele, marmellata e cannellaDa quando sono tornata dal mio viaggio a Vienna, ho preso l’abitudine di prepararmi nel fine settimana le “tasche di mele”, delle sfogliate fatte con mele, marmellata e cannella, che mi ricordano vagamente lo strudel, di cui vado matta! Che bontà! Non dimenticherò mai le scorpacciate di Sacher e di Strudel al Demel e al Cafè Central di Vienna…una piacevole scoperta è stato anche il Kaiserschmarr (che ho provato al cafe Residenz di Schönbrunn), uno dei più famosi dessert austriaci, nonchè il preferito dell’imperatore Francesco Giuseppe (il nome significa infatti frittata dolce dell’imperatore); una crepe spezzettata ricoperta di zucchero a velo e servita con della marmellata…Insomma per non divagare in dolci ricordi, ritorno alle mie tasche di mele. Sono semplici e veloci da preparare.

Con che cosa e come prepariamo le tasche?

Ingredienti:
Un rotolo di pasta sfoglia
Due mele piccole
Marmellata di pesche o di albicocche
Cannella
Zucchero
1 uovo

Procedimento: il mio rotolo di pasta sfoglia è 25X38 cm. Lo divido in due, per farci venir fuori due tasche. Sbuccio una prima mela piccola e la taglio a pezzettini piccolissimi, che dispongo su un lato di una delle due tasche. Nel disporre i pezzettini di mela bisogna considerare, che l’altro lato della sfoglia deve restare libero, in quanto andrà a coprire, chiudendolo, il lato dove sono stati disposti i cubetti di mela. Inoltre, è necessario lasciare sui tre lati delle tasche 1 cm di bordo libero e su cui spennelleremo l’uovo precedentemente sbattuto. Far sciogliere in un pentolino due cucchiai di marmellata con due cucchiaini di zucchero. Aggiungere quindi la cannella a piacere. Amalgamare il composto, e se risulta troppo denso aggiungere un goccio di acqua. Dunque spennellare il composto sui pezzettini di mela. Chiudere le tasche, portando il lato libero su quello dove sono disposti i cubetti di mela. Chiudere bene bene i bordi, magari imprimendoci sopra i denti di una forchetta. Spennellare sui bordi esterni delle tasche ancora l’uovo e al centro, invece, il composto di marmellata, zucchero e cannella. A questo punto, le tasche sono pronte per andare in forno a 180-200 gradi per 12 minuti. Sfornate le tasche, lasciarle riposare per qualche minuto.
Le adoro. In cucina è l’unico dolce che so preparare ed è anche un modo simpatico di mangiare la frutta a colazione. Chi è a dieta, può anche evitare di aggiungere lo zucchero alla marmellata, essendo di per sè la marmellata già dolce. Oppure si può usare la marmellata dietetica. Non può mancare, il mio mega tazzone di caffellatte.

La colazione perfetta

La colazione è un momento importantissimo. Dalla colazione dipende il modo in cui affronteremo un nuovo giorno, per cui, prima di iniziare il solito tram tram, sarebbe meglio concedersi il giusto tempo per quello che rappresenta il pasto principale dell’intera giornata. Forse è uno dei pochi momenti che mi piace trascorrere con calma, seduta al tavolo a leggere le notizie del giorno sul tablet, sempre in compagnia di mio marito, perennemente assonnato e che cerco di mettere in moto e tirar su rendendolo partecipe di ciò che leggo o raccontandogli di quello che farò…impiega un bel pò prima di carburare! Mi piace alzarmi presto, quando tutto tace e vedere dalla finestra della cucina le prime luci del mattino. Nel silenzio della mia casa, preparo il caffè con la mitica e sempreverde moka Bialetti, aspettando che l’odore dell’aroma invada tutte le stanze. Per me è mattino solo quando sento odore di caffè. Il caffè risveglia tutto, anche i miei ricordi di bambina, che mi riportano a quando mio padre si alzava presto per andare a lavoro e preparava il caffè sotto la lucina della cappa del forno, a quando mia madre apriva la porta della mia cameretta per dirmi che era ora e che la colazione era già pronta. Ho già scritto del potere evocativo degli odori. Ogni mattina, quando preparo il caffè, vivo un’pò di quei momenti. Solo che adesso sono io a svegliare mio marito e a dirgli di alzarsi che il caffellatte è a tavola. Di primo mattino, non riesco a mangiare nè frutta, nè jogurth, così come cose troppo dolci o troppo salate. I succhi di frutta nemmeno. Quello che non manca nella mia colazione è il caffellatte. Da bambina non mancavano i bustoni di biscotti per un mitico zuppone, anche se la nonna mi ha insegnato che non c’è colazione più buona di quella fatta col pane raffermo. Poi, da grande, ho sostituito i mitici frollini con biscotti ai 5 cereali. Adoro quelli Gran Cereale in tutte le loro varianti, in particolare quelli con la frutta. Sono un apporto incredibile di energia e mi rendono sazia fino a ora di pranzo. Sono ricchi di fibre, magnesio, fosforo, ferro e proteine. In alternativa, ci vado di fette biscottate e miele o marmellata di albicocche o amarena. Adoro anche i fiocchi di riso soffiato. Quelli che compro io sono leggermenti bagnati nel miele. I cereali in fiocchi della Kelloggs o i muesli sono anche ottimi per variare la colazione in maniera salutare. Anche se i secondi sono più grassi.
Una buona colazione dovrebbe comprendere in aggiunta della frutta fresca, una spremuta e dello jogurth. Come detto, non riesco a mangiare nessuna di queste tre cose di primo mattino. Ma le riservo volentieri per uno spuntino in ufficio verso le 10:30.

Nel fine settimana oltre alle mie amate tasche mi concedo ogni tanto brownie o muffin….incomparabili con quelli che ho mangiato a NY, ma sempre golosissimi e buonissimi…
Non capisco chi fa la colazione col solo caffè e sigaretta o chi si ingozza di brioche tutti i giorni e nemmeno chi cammina per strada con i bicchieroni di caffè lungo…proprio come si vede nei film americani..ah la globalizzazione…
A me piace fare colazione proprio come si vede nelle pubblicità della mulino bianco, tutti insieme appassionatamente, prima di seguire ognuno i propri impegni e di dividersi per affrontare le sfide quotidiane. Un modo per raccogliere le energie necessarie con affetto. E voi che come fate colazione?

Vado a godermi le tasche prima che mio marito mangi anche la mia!
Buon weekend capriccioso a tutte!Similar Posts: