Es Arenal e Illetes – La mia vacanza a Formentera

Illetes al tramonto
Anche qui, a km di distanza da casa, fa caldo. L’estate è decisamente arrivata ed è tempo di vacanza. E’ agosto, il mese per eccellenza delle partenze e degli amori estivi, dei piedi perennemente sporchi di sabbia e della pelle al sapore di sale. Agosto, però, a dire il vero, non è il mio mese preferito per le vacanze. Troppa folla e zero possibilità di godersi appieno la bellezza dei luoghi e dei loro suoni naturali. Adoro Giugno. Odio Settembre. Luglio quest’anno. Sono appena rientrata da Formentera, la Isla Blanca. Su quest’isola le spiagge più belle tra quelle viste finora.

Playa des Ses Illetes: un trionfo di colori

A soli 40 minuti di aliscafo da Ibiza (andata e ritorno al prezzo di c.ca 46,00), Formentera è un’isola dal mare cristallino e dalla sabbia granulare bianca. Le sue più belle spiagge sono, a mio parere, Illetes e Es Arenal. Facente parte di un parco naturale, alla Playa de Ses Illetes si accede pagando una mini tassa di 2 euro a persona. Il ricavato degli ingressi viene utilizzato in parte per garantire il buon mantenimento della riserva. Qui il trionfo dei contrasti di colore. Un cielo blu che risalta sugli scintillii di un mare cristallino nelle sue gradazioni da trasparente a turchese, da celeste al blu cobalto delle profondità. Sabbia bianchissima e all’orizzonte yacht e barche dei tanti vip che ogni estate fanno bella mostra di se nei ristoranti e nei localini dell’isola.
La spiaggia di Illetes, situata nella parte nord dell’isola è lunghissima, ma non tutta la sua estensione è sabbiosa. La si può percorrere tutta a piedi tra le dune di sabbia e le parti di roccia, fino a giungere alla sua punta, dove la costa di ovest si chiude con quella di est, protendendosi verso l’isoletta di Es Palmador, che credo disti 150 metri, e che un tempo si poteva anche raggiungere a nuoto. Le escursioni via mare sono, senza dubbio, il modo migliore per esplorare ogni metro di questo paradiso. Gite organizzate in gommone ogni giorno dal porto di La Savina fino all’isoletta di Espalmador.
Illetes: la spiaggia più frequentata dai vip

Es Arenal: per grandi e piccini

Es Arenal l’ho eletta la mia spiaggia preferita. Ho trascorso la maggior parte del tempo qui. Adatta alle famiglie e ai giovanissimi che al tramonto possono farsi un aperitivo cool al Piratabus, un baretto spartano in legno ma dallo spirito giovane e chillout che sorge su una piccola collinetta di roccia della spiaggia stessa.
Es Arenal: spiaggia di sabbia
Da quella posizione puoi godere di un tramonto bellissimo. Decine e decine di giovani si adagiano lì a terra e si godono la felicità dei giorni di vacanza. E’ una festa ogni volta. Gente, bicchieri di Mojito che si incontrano per un brindisi, risate, piani per la serata in questo o in quel localino del centro. A proposito di localini carinissima la serata con musica dal vivo del vippissimo “Rigatoni” e se non si vuol pagare l’ingresso si può sempre ascoltare la musica dell’animazione del locale sul muretto del lungomare. Ho visto li la bellissima Belen Rodriguez con al seguito tutta la family, Santiago compreso, Bobo vieri, Costantino, per citarne solo alcuni dei più amati del piccolo schermo.
Il piratabus al tramonto

Altre spiagge degne di nota sono Cala Saona nella parte ovest, quella di Migjorn, a sud. Al km 10.7 ci sono diverse piccole calette di sabbia. Tutte bellissime, ma per me Es Arenal, nella sua estensione e apertura e con l’assenza di barconi all’orizzonte che non ti fanno vedere l’infinito, resta la numero uno. I caraibi a poche ore di volo dall’Italia. Affezionatissima sono alla spiaggia di Es Pujols, una spiaggia di sabbia in un’insenatura dal mare sempre calmo. E’ la spiaggia del centro sulla quale si affacciano tutti i localini dallo Chez Gherdi al mitico Rigatoni e dove io sono stata in ammollo fino alle dieci di sera.
Es Pujols: il centro di Formentera
Io alloggiavo lì in un hotel carinissimo a conduzione familiare, l’hostal Mayans. Un hotel dallo stile semplice ed essenziale ma sempre pulito e tranquillo a soli pochi passi dalla spiaggia e da tutti i negozietti del centro, che consiglio di cuore. Uno dei pochi con frigo in camera. Bagni nuovi. Colazione ottima in una terrazza di travi in legno, fiori e tende bianche. Frequentato per lo più da coppie e persone adulte.

Con le pinne, il fucile e gli occhiali….Cosa non dimenticare

Le spiagge di Formentera si presentano nel loro aspetto selvaggio e naturale. Niente lidi. In ogni caso su alcune c’è la possibilità di fittare ombrellone e sdraio. Sulla spiaggia di Es Arenal 24,00 € per ombrellone e due lettini. Il 90% delle persone però porta con sè l’ombrellone alla francese, quello piccolino. Sull’isola lo vendono ad un prezzo di circa 6,50 (max 7,00). Comodissimo da portare in motorino. La borsa frigo, essenziale. Tutti ne hanno una ed è utile soprattutto se si prevede di restare in spiaggia l’intera giornata. L’acqua dell’isola è potabile, per cui se si ha in camera un frigo con congelatore si possono avere tutto il giorno bibite fresche, senza dover spendere un patrimonio ogni volta. Protezione solare, ovviamente. Occhialini o maschera. I fondali sono ricchi di pesci. Vale la pena esplorarli. Il costume potete lasciarlo a casa. O magari portarvi solo il pezzo di sotto. Su tutte le spiagge dell’isola si può praticare il naturismo. Uomini e donne come mamma li ha fatti. A volte è piacevole altre volte meno…ahimè! A Formentera vale il motto “guardare e farsi guardare”. Molte i fisici tirati e statuari che si scoprono lasciando poco o nulla all’immaginazione. Sarà facile sentirsi in colpa per il gelato appena divorato! Ma poi un tuffo in mare e ti concentri solo sulla bellezza di un mare caraibico.
Peccato che sono già di ritorno e che questi non sono che ricordi di una vacanza stupenda.

Buone vacanze a voi che contate le ore per le vostre meritate ferie.Similar Posts: